Cimice asiatica

Cimice asiatica

Halyomorpha halys

Originaria della Cina e Giappone è stata accidentalmente introdotta prima negli Stati Uniticon (i primi esemplari osservati nel 1998) e ultimamente anche in Italia. H. halys è considerata un insetto dannoso all'agricoltura

Descrizione

Gli adulti sono lunghi circa 1,7 centimetri [e hanno la caratteristica forma a scudo comune anche in altre cimici. Ci sono varie tonalità di bruno sulla parte superiore e sul lato inferiore, con toni di grigio, bianco sporco, nero, rame e macchie di colore bluastro. Altri caratteri di riconoscimento di questa specie comprendono le bande luminose alternate sulle antenne e bande scure alternate sul bordo esterno dell'addome

Dove vive

H. halys è un insetto infestante altamente polifago che può causare danni estesi alla frutticoltura e all'orticoltura In Giappone è un fitofago che attacca la soia e i fruttiferi.  Si tratta di un insetto che per nutrirsi perfora i tegumenti della pianta ospite con l'apparato boccale modificato; questa modalità di alimentazione comporta, in parte, la formazione di fossette o aree necrotiche sulla superficie esterna dei frutti, la punteggiatura della foglia, la perdita di semi, e l'eventuale trasmissione di fitopatogeni .

Disinfestazione

Il nostro Team è in grado di offrire un servizio tempestivo ed una consulenza mirata contro qualsiasi infestante.
Gli interventi di disinfestazione vengono così eseguiti:

  • Identificazione dell’infestante: riconoscere chi ha invaso la vostra proprietà è la prima azione da intraprendere seguita da una accurata ispezione della struttura e delle aree circostanti per determinare il grado di infestazione al fine di capire il trattamento più idoneo da utilizzare;
  • Trattamento: offriamo soluzioni efficaci e discrete per l’eliminazione delle infestazioni in atto il più velocemente possibile;
  • Monitoraggio al fine di valutare l’efficacia degli interventi eseguiti.

I nostri tecnici non si limitano ad eliminare gli ospiti indesiderati, ma vi consiglieranno specifiche azioni da intraprendere di natura preventiva, come per esempio la chiusura punti di accesso, al fine di evitare che lo spiacevole fenomeno possa ripetersi.